Informazioni Italiane

Elizabeth Fort: Cenni storici

Elizabeth Fort è una fortificazione risalente al diciassettesimo secolo situata in Barrack Street, nella città di Cork. In origine la fortezza fu costruita a scopo difensivo all’esterno delle mura cittadina. Successivamente la città si è sviluppata intorno al forte, che ha ricoperto nel corso del tempo varie funzioni: caserma militare, prigione, stazione di polizia.

La fortezza fu costruita nel 1601 in seguito alla Battaglia di Kinsale da George Carew, che all’epoca era Presidente della provincia di Munster. La fortezza prese il nome dalla Regina Elizabeth I e serviva sia come struttura difensiva sia come simbolo dell’autorità inglese a Cork. Durante quell’epoca furono costruite altre fortezze simili sull’isola Haulbowline presso il porto di Cork, ed il James Fort nel villaggio di Kinsale. Il forte originale è stato costruito con travi di legno e terra, come si può vedere ancora oggi in James Fort.

La prima struttura non è durata molto a lungo. Dopo la morte di Elizabeth I nel 1603, il popolo di Cork si rifiutò di riconoscere l’incoronazione di James I. I cittadini, temendo che la fortezza fosse usata contro di loro, la demolirono e rimossero i cannoni dalla città. Non ci volle molto prima che Lord Mountjoy e le sue forze invadessero la città e obbligassero i cittadini a ricostruire la fortezza a loro spese.

Il forte fu quindi ricostruito in pietra, tra il 1624 e il 1626. Fu allora che l’architettura del forte acquisì la figura a stella che ancora oggi lo caratterizza.

Elizabeth Fort ha avuto un ruolo centrale in numerosi avvenimenti che hanno segnato la storia della città di Cork. Dopo la conquista di Cromwell a metà del diciassettesimo secolo, egli apportò varie modifiche al forte in modo da aumentarne l’efficacia difensiva, in primo luogo innalzando le mura.

Durante la Guerra Guglielmita in Irlanda, in seguito alla Battaglia del Boyne, Cork divenne un bastione giacobito. Elizabeth Fort e l’intera città di Cork furono assediati per diversi giorni. Le mura della città furono sfondate, la città e il forte occupati. L’assedio segnò la fine di Elizabeth Fort come fortificazione difensiva.

Nel 1719 fu costruita una caserma militare all’interno del forte. A quell’epoca le mura furono assottigliate per guadagnare spazio e permettere così l’alloggio per i soldati.

Nel 1806 fu costruita una nuova caserma a nord della città, determinando la chiusura di quella in Elizabeth Fort. Negli anni successivi, Elizabeth Fort fu adibito a stazione intermediaria per detenuti e prigionieri in attesa di essere deportati altrove; più tardi, durante la Grande Carestia, il forte fu utilizzato come magazzino alimentare.

Successivamente, il forte fu riconvertito all’uso militare, divenendo una stazione del Cork City Artillery Militia. Durante la Guerra d’Indipendenza irlandese fu utilizzato come base dai Black and Tans. Nel corso della successiva Guerra Civile irlandese, gli edifici interni vennero dati alle fiamme da parte delle forze anti-trattato. Anche se allora i muri del forte sopravvissero, le strutture interne visibili oggi risalgono ad una ricostruzione successiva a tale incendio. Fino a poco tempo fa, questi edifici venivano utilizzati come stazione di polizia.

Oggi, Elizabeth Fort è di proprietà del City Council della città di Cork, che ha intenzione di rendere questo patrimonio culturale un’attrazione turistica cittadina. La posizione del forte sulla città lo rende un centro ideale da cui i visitatori si possono dirigere nel centro cittadino, nella regione e in tutto il Paese.